Castello Di San Giorgio Morgeto

Castello Calabria, Reggio Calabria - San Giorgio Morgeto

Epoca
IX Secolo
Visitabile
Si, gratuito
Proprietà
Comune

Verifica gli orari prima di effettuare una visita

Descrizione

Il Castello è il nucleo intorno al quale gravita la storia affascinante di San Giorgio Morgeto, il cui borgo antico si trova posto su una collina che è avamposto del Parco Nazionale dell’Aspromonte sulla Piana di Gioia Tauro, caratterizzata dalla presenza di un vero trionfo di acque sorgive e fontanine, prima fra tutte la maestosa Fontana Bellissima che domina la piazza principale della cittadina.
Il mastio del castello di S. Giorgio Morgeto domina ancora oggi la piana del Tauro ed il Tirreno dal Sant’Elia fino a Capo Vaticano: arricchito dallo sfondo panoramico con lo Stromboli e le Eolie, costituisce uno dei più significativi simboli del mito mediterraneo.
Altri tangibili resti sono le mura ed i basamenti delle torri, oltre alla “Cisterna”, oggi adibita a saletta mostre e/o convegni, mentre il Campo sottostante ospita concerti e manifestazioni culturali.

All’area ed al Mastio del Castello si può accedere gratuitamente. L’ingresso al Mastio e l’ultima parte della scalata sono difficoltose, quindi sconsigliate a persone inesperte, mentre fino alle Cisterne ed alla base del Castello, l’accesso è facilitato dalla scalinata del Monumento ai Caduti. Il rudere principale, ossia il Mastio, è stato oggetto di interventi di restauro manutentivo, mentre l’area di pertinenza ha bisogno di altri interventi di consolidamento.

A febbraio 2010 è stata messa in funzione l’illuminazione artistica notturna, che rende l'area del castello ancora più suggestiva.

Si ringrazia il Sindaco Nicola Gargano per la collaborazione alla compilazione della scheda e per la sensibilità mostrata al patrimonio castellano presente nel proprio Comune.

Condividi


Prezzi ed orari

Come raggiungere

Dall’Autostrada A3 (Napoli-Reggio Calabria), uscire allo svincolo di Rosarno, prendere la SGC Jonio-Tirreno, direzione ionica, uscire a Cinquefrondi-Polistena, proseguire per la SP35 per San Giorgio Morgeto.
Dalla SS106 Jonica, a Marina di Gioiosa prendere la SGC Jonio-Tirreno, uscire a Cinquefrondi-Polistena, proseguire per la SP35 per San Giorgio Morgeto.
 

La tua esperienza personale può essere di grande aiuto agli altri viaggiatori. Grazie!



Storia

Le opere di Plinio, Strabone, Proclo, narrano dell’antico popolo dei Morgeti. Il mito e la leggenda vogliono il re Morgeto, figlio del re Italo e fratello di Siculo, fondatore del primo edificio fortificato sul sito nel quale, nel IX - X secolo, i Bizantini costruirono una rocca allo scopo di contrastare le incursioni dei saraceni.
Ricostruito ed ampliato nel dai Normanni nel XI secolo, sotto il regno di Ruggero I d’Altavilla, subisce nel corso dei secoli successivi vari adattamenti, per lo più dovuti alle mutate strategie militari: nel XIV secolo ad opera dei Caracciolo, in quello successivo dei Curreale da Sorrento ed infine nel XVI secolo, durante il feudo dei Marchesi Milano. Venne abbandonato definitivamente nel XVI secolo.

Il Castello di S. Giorgio in Morgeto raccoglie molte leggende attorno alle sue mura e rappresenta un luogo storico, che ai suoi abitanti riserba ancora misteri innumerevoli. Fra queste spiccano quelle degli oracoli riportati come “visaggi” (ombre o visioni) da Morgete “co’ quali si ombreggiava ciò, che di sapersi si desiderava” dall’alto delle stanze del Castello, o per la presenza di un fantasma che in tempi più recenti sembra essersi nascosto fra le sue mura. Quest’ultimo, poi, è problema delle memorie e delle culture locali e non già particolarità del folklore, per cui si spera che i fatti possano essere svelati con nuove campagne di ricerca storico-sociale e non già confinate nei toni della credenza popolare.

 

Indirizzo: Colle sopra il paese

Facilities



Non ci sono al momento strutture segnalate dove mangiare