Castello Doria Di Angri

Castello Campania, Salerno - Angri

Epoca
XIV Secolo
Visitabile
Si, gratuito
Proprietà
Comune

Verifica gli orari prima di effettuare una visita

Descrizione

Condividi

Prezzi ed orari

Come raggiungere

Autostrada A3 uscita Angri, seguire le indicazioni per il centro: via dei Goti, via Matteotti, Piazza Doria.

La tua esperienza personale può essere di grande aiuto agli altri viaggiatori. Grazie!



Storia

Il castello, rocca posta al di sopra del centro medievale di Angri, a difesa dell'abitato e per il controllo degli assi viari che congiungeva Nocera con Stabia e Sorrento e la valle con la costiera, ha origini medievali. Subì vari assedi in età aragonese (uno nel 1421 condotto da Forte Braccio da Montone). A questo tempo è da riferire la grande torre munita che domina la parte destra del complesso, che conserva il fossato originario e che è circondata da un ampio anello su due piani che cinge e difende il corpo della torre, unico resto dell'assetto antico della rocca, in cui fu probabilmente ospitato Carlo V nel 1535 dal feudatario del tempo, Alfonso d'Avalos. Passato il feudo ai Doria, il complesso subì un radicale restauro nel Settecento, ad opera dell'architetto Francesconi: il maniero venne trasformato in palazzo signorile, rivestendo la torre principale con merli e inglobando quelli minori nell'ampio edificio a tre piani, caratterizzato dall'ariosa scala aperta che congiunge la torre e il palazzo, restaurato di recente e che ospita dal 1910 il municipio cittadino. Alle modifiche di fine Settecento risale anche l'impianto del giardino (oggi villa comunale), posto di fronte al palazzo, che presenta ampie e ricche aiuole con alberi secolari. L'ingresso è monumentale con motivi neoclassici e al centro si staglia una collinetta artificiale, che contiene all'interno una grotta.

 

Indirizzo: PIazza Doria

Facilities