Castello Di Montecuccolo

Castello Emilia Romagna, Modena - Pavullo Nel Frignano

Epoca
XI Secolo
Visitabile
Si, pagamento
Proprietà
Comune

Verifica gli orari prima di effettuare una visita

Descrizione

Il Castello di Montecuccolo (e l'annesso borgo medievale) sorge nella località omonima, poco distante dal centro di Pavullo nel Frignano, su un rilievo roccioso posto all'estremità meridionale di una dorsale fittamente boscata che si incunea profondamente nella valle del fiume Scoltenna-Panaro. La rocca si trova dunque all'incrocio delle strade principali che collegano la pianura padana, attraverso il Frignano, alla Toscana. Il castello viene ad occupare un’eccezionale posizione strategica, ragione non ultima della sua importanza storica, in una zona di rara bellezza paesaggistica.

L’impianto architettonico è estremamente interessante e corrisponde alla tipologia classica del castello medioevale. Si rileva infatti la torre principale isolata nel punto più elevato del monte, e il palazzo feudale ingrandirsi per corpi di fabbrica successivi (sempre staccati dalla torre per garantire da questa l’estrema difesa), contestualmente a tre cinte murarie concentriche e convergenti sul mastio, fino ad abbracciare tutta la sommità del monte. Questo tipo di struttura a compartimenti è comune ad altri grandi castelli del vicino scacchiere matildico (ci si riferisce ai castelli di Canossa e di Carpineti), cui Montecuccolo è legato anche per altri aspetti tipologici e formali. La fabbrica assume quello sviluppo lineare fortemente direzionato, costituito da cinque corpi fortemente integrati col cortile-giardino interno alle mura. L’impianto Castello di Montecuccolo viene poi completato con la costruzione del “corpo di guardia” all’interno della terza cinta e con il consolidamento del borgo fortificato sottostante, disposto in modo tale da formare con la Chiesa di S. Lorenzo, costruita sul posto delle antiche scuderie, una quarta formidabile cerchia di mura.

ll materiale di costruzione, pressoché esclusivo, è il sasso (arenaria macigno), impiegato sia per le pietre della murata, sia per le lastre di copertura, abbinato al legno dell’ordito strumentale dei solai e del tetto. Per quanto l’architettura sia improntata a criteri di massima essenzialità e severità, consoni alla tipologia e all’epoca dell’insediamento, essa è fortemente caratterizzata da una diffusa e spiccata maestria scalpellina, evidente nel torricino della scala a chiocciola, nella lavorazione dei portali, delle finestre e dei sedili contrapposti, nei frontoni degli splendidi camini superstiti con stemmi sbalzati dal vivo della pietra.

Per opera del Comune, oggi proprietario del Castello, è stato concluso il progetto relativo all’attivazione della foresteria, dove ha trovato sistemazione la Locanda del Condottiero, proprio tra le Mura del Castello.

Le 5 camere realizzate, la stanza del condottiero, la stanza del conte, la stanza Anna Bigi, la stanza Regina Cristina e quella dei bimbi, rappresentano gli spazi ideali per respirare la magia della storia, rivivendo un’atmosfera unica, tra ambienti originali ed unici, coerenti e rispettosi dell’ambiente seppur dotati di ogni comfort. Nei locali della vecchia foresteria è possibile rilassarsi, degustare prodotti tipici del territorio, conoscere i piatti della tradizione montanara e della storia della famiglia Montecuccoli.

Nella Locanda ha trovato collocazione “Il Ristorante” un angolo dove il gusto e la storia si incontrano e danno vita ad connubio da sogno. L'osteria elabora i prodotti della dispensa, proponendo cibo tipico del territorio, selezionato appositamente per rappresentare al meglio l’immagine del territorio del Frignano.

Insieme ai nuovi allestimenti, con le collezioni artistiche (grafiche e sculture) permanenti  “Il Paese ritrovato” di Gino Covili e “La Donazione" di Raffaele Biolchini, e con il Museo Naturalistico del FrignanoFerruccio Minghelli”, il Castello si offre al pubblico in una veste accogliente che propone un percorso culturale e turistico che unisce arte, storia e scoperta del territorio.

Gli spazi dedicati al Museo Naturalistico del Frignano si trovano al secondo, terzo e quarto piano del Castello di Montecuccolo. Il percorso espositivo e gli arredi valorizzano la raccolta naturalistica lasciando nello stesso tempo al visitatore la possibilità di godere anche della bellezza delle antiche sale del castello perfettamente recuperate. Lo splendido panorama dei boschi e delle vallate che è possibile ammirare dalle finestre, poi, costituisce una sorta di "diorama" naturale che contribuisce non solo visivamente ma anche emotivamente alla valorizzazione delle collezioni esposte.

Al secondo piano è presente una sala dedicata alle Scienze della Terra. Qui è possibile osservare campioni di rocce, minerali e fossili del territorio del Frignano.

Salendo al terzo piano troviamo la prima sala dedicata alla Botanica ed alla Zoologia, dove sono esposti animali e piante che vivono fino agli 800 metri. Alla fauna del territorio collinare sono dedicate due grandi vetrine all'interno delle quali gli animali sono “ambientati” grazie alla presenza di pannelli fotografici retroilluminati. Si possono ammirare gli animali tipici del nostro territorio come lo scoiattolo, il ghiro, il tasso, il gufo, la civetta e moltissimi altri. Per la parte botanica, la xiloteca raccoglie i legni delle specie arboree più rappresentative, mentre i particolari cassetti-erbario proteggono ed espongono campioni botanici perfettamente conservati. Sempre a questo piano è collocata anche la collezione entomologica: è costituita da diverse scatole di insetti sistemate all'interno di una grande vetrina che ne valorizza i contenuti.

Al quarto ed ultimo piano troviamo la seconda sala dedicata alla Botanica ed alla Zoologia e qui sono esposti animali e piante caratteristici dei livelli altitudinali più elevati, da 800 fino oltre 2000 m di quota. La xiloteca ed i cassetti-erbario espongono i campioni delle specie botaniche caratteristiche di questa fascia altitudinale.

Al Castello di Montecuccolo è possiblile effettuare due tipi di visita guidata:

1) la prima visita comprende l’illustrazione storica della rocca, dei contenuti generali del centro Museale di Montecuccolo (CeM) e dell’eventuale mostra temporaneamente allestita, si può richiedere con le seguenti modalità:

2) la seconda è una visita didattica al Museo naturalistico del Frignano "Ferruccio Minghelli", dedicata alle scuole primaria e secondaria, prenotabile al costo di €. 50,00 per ogni percorso didattico (max 30 persone). Per maggiori informazioni sui percorsi e le modalità di prenotazione visita la pagina delle proposte didattiche.

Nelle giornate di chiusura del Castello è possibile la visita per gruppi e scolaresche con prenotazione obbligatoria.

Condividi


Prezzi ed orari

Tariffe

Il costo del biglietto è di euro 2,00, salvo riduzioni e gratuità vigenti.

Orari di apertura

Il Castello è aperto dall'8 dicembre 2016 all'8 gennaio 2017 nei seguenti giorni ed orari:

  • sabato, dalle 15 alle 18;
  • domenica e festivi, dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 18.

Si precisa che la biglietteria chiude sempre mezz'ora prima della chiusura del Castello.

Chiusura

Il castello rimarrà chiuso il pomeriggio del 24 dicembre e l'intera giornata del 25 dicembre.

Informazioni aggiuntive

Il Centro Museale Montecuccolo è aperto la domenica SOLO con visita guidata (di 30/45 minuti massimo) nei seguenti turni fissi con orario: 14 - 15 - 16 - 17 (massimo 25 persone per turno).

Come raggiungere

Percorrere l'autostrada A1 (Milano-Napoli, detta anche Autostrada del Sole) e prendere l'uscita Modena Nord, seguendo poi le indicazioni per Pavullo. Il Castello di Montecuccolo si trova a circa 3 chilometri da Pavullo ed è facilmente raggiungibile in auto grazie a una comoda strada asfaltata che si snoda, all'uscita del paese, dalla Statale 12 dell'Abetone e del Brennero.

La tua esperienza personale può essere di grande aiuto agli altri viaggiatori. Grazie!



Storia

La prima menzione scritta della località "mons qui vocatur Cuculi" risale al 1027, epoca in cui viene occupato da una famiglia di feudatari dalla discendenza tedesca. Nel Castello nacque nel 1609 un personaggio a dimensione europea, dal quale la località e la rocca trae la propria denominazione: Raimondo Montecuccoli, uno tra i più acclamati generali italiani, esaltato persino da Napoleone.

La sua opera letteraria e il suo pensiero militare gli assicurano un posto di rilievo nella storia della "Guerra dei Trent'anni". Le sue opere vennero apprezzate da Ugo Foscolo che nel 1807 ne curò le pubblicazioni; nel 1988, a cura di R. Luraghi, l'Ufficio Storico dello Stato Maggiore dell'Esercito ne ha proposto una riedizione.

Il Comune di Pavullo nel 1961 ha acquistato il Castello e ha promosso, a partire dal 1970, un progetto generale di restauro tendente al completo recupero funzionale di tutto il perimetro costruito. In particolare, nel 2009 è caduto il IV centenario dalla nascita del Generale Montecuccoli (1609 – 2009).

Bibliografia

Atti del Convegno di studi su Raimondo Montecuccoli nel terzo centenario della battaglia sulla Raab : in Pavullo nel Frignano e in Modena, settembre 1964. Modena : Mucchi, 1965

Barker Thomas Mack
The military intellectual and battle : Raimondo Montecuccoli and the thirty years war. Albany ; New York : State University of New York Press, 1975.

Calori Cesis Ferdinando
Del Montecuccoli e dell\'arte militare : lettera al ch.mo signor Tommaso Sandonnini. Modena : Tip. Pontificia arciv. ed abbaziale dell\'Immacolata Concezione, 1916.

Carnervali Erio
Castello di Montecuccolo: libro gioco per divertirsi e conoscere il castello. Artestampa, 2001.

Il castello dei Montecuccoli : elementi di conoscenza / a cura di G. Lami, A. Rubbiani, G. Santini. - Pavullo nel Frignano : Nuovagrafica, 1993.

Convegno internazionale di studi su Raimondo Montecuccoli e i rapporti culturali Italia Austria nel 17. secolo. Modena, Pavullo 26-27 marzo 1988. P. 327-415. (Estr. da: Atti e memorie dell\'Accademia nazionale di scienze, lettere e arti di Modena, ser. 7., v. 7., 1989-90). Modena : Mucchi, 1992

Miglioli Angelica
Il lessico delle opere di Raimondo Montecuccoli : tesi di laurea in storia della grammatica e della lingua italiana. Universita degli Studi di Bologna, facoltà di Scienze della formazione, corso di laurea in materie letterarie. Anno accademico 1996-97.

Montecuccoli Raimondo
Opere di Raimondo Montecuccoli illustrate da Ugo Foscolo. Milano, 1807-1808
tomo primo, 1807.
tomo secondo, 1808.

Montecuccoli Raimondo
Le opere di Raimondo Montecuccoli / edizione critica a cura di Raimondo Luraghi ; poi Andrea Testa, collaborazione di Luigi Villa Freddi. - Roma : Ufficio storico Stato maggiore esercito.

Vol.1: Trattato della guerra. Roma, 1988.
Vol. 2: Delle battaglie (1.) ; Tavole militari ; Discorso della guerra contro il Turco ; Della guerra col Turco in Ungheria (Aforismi) ; Dell\'arte militare ; Delle battaglie (2.). Roma, 1988
Vol. 3: Opere minori d\'argomento militare e politico ; Diari di viaggio e memorie. Roma, 2000.

Montecuccoli Raimondo
I viaggi ; opera inedita pubblicata a cura di Adriano Gimorri e preceduta da una notizia sulla vita e sulle opere dell\'autore. Modena : Soc. Tip. Modenese, 1924

Montecuccolo: incontro al castello fra storia, stato d\'animo e progetto. "Strenna pavullese", 1996

Montecuccolo, Renno, Pavullo: castello, pieve, borgo. Pavullo nel Frignano, 1977

Omaggio a Raimondo Montecuccoli : scultura, pittura, grafica 2002 : artisti contemporanei. Catalogo della mostra tenuta a Pavullo dal 5 ott. 2002 al 5 gen. 2003. Pontecchio Marconi : Digi Graf, 2002.

Una passeggiata a Montecuccolo e un\'intervista al Sindaco. "Strenna pavullese", 1997

Pini Andrea
Montecuccolo: la storia svelata attraverso i documenti (secc. 15.-20.): i signori, la rocca, i feudi. Pavullo : A. Iaccheri, 1999.

Raimondo Montecuccoli : teoria, pratica militare, politica e cultura nell\'Europa del Seicento : Modena e Pavullo nel Frignano 4-5 ottobre 2002 : atti del convegno. Pavullo nel Frignano : Comune di Pavullo nel Frignano, 2009.

Raimund Montecuccoli : Historiche Gedachtnisausstellung : Hafnerbach, 8 september bis 31 oktober 1980 / veranstaltet mit unterstutzung des Bundesministeriums fur Wissenschaft und Forschung der Kulturabteilung der NO Landesregierung und derStadt St. Polten ; von der Marktgemeinde Hafnerbach in Zusammenarbeit mit der Kulturvereinigung Die Dunkelsteiner, Hafnerbach. - St. Polten : Niederosterreichisches Pressehaus, 1980.

Rocco Mario
Raimondo Montecuccoli: nel trecentenario della morte. Modena : STEM Mucchi, 1981.

Rossi Berardo
Raimondo Montecuccoli : un cittadino dell\'Europa del Seicento. Pontecchio Marconi BO : Digi Graf, 2002.

Sandonnini Tommaso
Il generale Raimondo Montecuccoli e la sua famiglia : note storico-biografiche. Modena : Ferraguti e C., 1913.

Santini Giovanni
Castelli del Frignano. P. 105-116. (Estr. da "Castellum" n.12). Roma, 1970.

Santini Giovanni
Raimondo Montecuccoli, capitano filosofo tra sacro romano impero e difesa della cristianità. P. 194-200. (Estr. da: Memorie della Accademia nazionale di scienze, lettere e arti di Modena, s. 6., vol. 22-23, 1980-81). Modena : Mucchi, 198?
940.24 SAN-SL

Vignocchi Gustavo
I Montecuccoli ed il loro castello. P. 499-503, (Estr. da: Atti e Memorie, s. 8., v. 2.,1998-99). Modena : Mucchi, 2000.

 

Indirizzo: Località Montecuccolo

Facilities