Mostra dal 14/07/2017 al 31/10/2017 in Sicilia al Castello Ursino O Svevo Di Catania

Condividi

Si è svolta lo scorso venerdì 14 luglio 2017 l'inaugurazione della mostra permanente 'Voci di Pietra', risultato finale del progetto EpiCum, finanziato dal Patto per Catania e realizzato dal Comune di Catania con la Oxford University, l'Istituto per l'Intelligenza artificiale del Cnr e il Liceo Artistico Lazzaro.

La mostra comprende 35 epigrafi della collezione del Museo Civico, considerata tra le maggiori a livello internazionale. Le sale riservate alla mostra sono 3, in esse si ritrovano le voci della città antica, custodite nella pietra; è inoltre possibile ammirare esempi di iscrizioni ufficiali pubbliche della Catania romana e di epitaffi funebri della parte pagana, cristiana ed ebraica. Lingue, avvenimenti storici, istituzioni pubbliche, strutture familiari, credenze e pratiche onomastiche impresse volutamente sulla pietra per produrre un testo permanente, spesso pubblicamente visibile.

Le epigrafi non raccontano solo la storia di personaggi illustri ma anche quella della gente comune. Per questo motivo è stata offerta ai visitatori una doppia chiave di lettura per comprendere le opere esposte: quella narrativa, destinata ai giovani e al fruitore medio, e quella presentata come narrazione di fatti vissuti e quella scientifica, destinata agli esperti.

La raccolta epigrafica del Museo Civico è costituita principalmente da due collezioni settecentesche catanesi: quella dei Benedettini di San Nicolò l’Arenae quella di Ignazio Paternò Biscari, provenienti da contesti siciliani e catanesi in particolare, oltre alle epigrafi giunte da raccolte minori, dagli scavi ottocenteschi e novecenteschi o dagli acquisti effettuati, soprattutto nei mercati antiquari di Roma, dal priore benedettino Placido Scammacca, zio del principe di Biscari.

Dall’antica Catania provengono più di quattrocento iscrizioni su pietra, circa il dieci per cento del totale della Sicilia. Opere che oggi vengono studiate anche con il supporto delle nuove tecnologie, per renderle fruibili a un pubblico sempre più vasto, in modo da facilitare l’utente nell’interazione con i suoi contenuti.


Tutti gli eventi