Castello Colonna Di Genazzano

Castello Lazio, Roma - Genazzano

Epoca
XIV Secolo
Visitabile
Si, pagamento
Proprietà
Comune

Verifica gli orari prima di effettuare una visita

Descrizione

Il maestoso castello Colonna si erge sovrano e possente sulla parte più alta dell’abitato di Genazzano, ed è protetto su tre lati dalle alti pareti di un costone roccioso. Il quarto lato, quello aperto verso il borgo, venne invece protetto per mezzo di un profondo fossato scavalcato oggi da un ponte in muratura. La fronte verso il paese è rinserrata dai due alti corpi di fabbrica – Colonna a sinistra e Borgia a destra -, collegati da un basso muro aperto dal portale d’ingresso e da un grazioso balcone, e sormontato da un elegante camminamento balaustrato. Il cortile reca invece una bella fontana seicentesca e il bel prospetto a due ordini ci arcate a tutto sesto su colonne in marmo, progettati dall’architetto romano Antonio Del Grande. Attraverso un ampio scalone si accede al piano nobile con enormi saloni che purtroppo hanno quasi del tutto perso le decorazioni originarie. Al piano superiore si conserva invece una bella cappella, a lungo erroneamente attribuiti agli Zuccari, ma invece opera del pittore Marzio Genassini che la affrescò dietro mandato di Filippo I Colonna.. Nel corso del XVIII secolo vennero rafforzati tramite enormi contrafforti a scarpa, alcuni del lati esterni del perimetro. Dal 1969 il castello è di proprietà del Comune di Genazzano che ne ha promosso i lunghi restauri, oggi quasi del tutto conclusi.

Condividi


Prezzi ed orari

Come raggiungere

La tua esperienza personale può essere di grande aiuto agli altri viaggiatori. Grazie!



Storia

La storia del castello e del paese è indissolubilmente legata a quella della famiglia Colonna, dominio di questa nobile famiglia romana sin dagli inizi dell’XI secolo, epoca alla quale dovrebbero risalire le prime fortificazioni nel borgo. Fu a Genazzano che infatti nacque nel 1365 Ottone Colonna, l’unico pontefice della nobile ed antica casata, papa Martino V, straordinaria figura che mise fine nel 1417 allo scisma d’Occidente. Una breve interruzione delle fortune dei Colonna a Genazzano si ebbe durante il pontificato di Alessandro VI che, impose per quasi un decennio il dominio della sua famiglia, i Borgia, che si concluse però ai primi del Cinquecento con l’elezione al soglio pontificio di Giulio II della Rovere, restituendo il feudo ai Colonna. Il castello rimase invariato durante il XIII e XV secolo, fino a quando Martino V ne decise la radicale trasformazione con un lungo e dispendioso intervento. Da quel momento e fino al Settecento il castello, seppur a fasi alterne, fu oggetto di ininterrotti lavori. dell’antica struttura rimane oggi ben poco, occultata dalle fabbriche successive. Martino V fece edificare l’ala ovest, caratterizzata da splendide finestre rinascimentali a croce guelfa. Tra fine Quattro e inizi Cinquecento i Borgia, di cui rimangono alcuni stemmi in pietra, eressero il corpo di fabbrica opposto. Nel 1523 si diede vita ad un nuovo ciclo di lavori si risistemazione e fortificazione che si concluderanno nel 1568. Anche Marcantonio Colonna, celebre condottiero e vincitore della battaglia di Lepanto, si preoccuperà dei lavori nel castello di famiglia. Solo nel corso del XVII secolo il cardinale Girolamo Colonna fece collegare le due antiche ali da un elegante e sontuoso porticato con arcate su due ordini. Contemporaneamente venivano risistemate tutte le sale interne e il parco tergale.

 

Indirizzo: Piazza S. Nicola, 4

Facilities



Non ci sono al momento strutture segnalate dove mangiare