Forte Sperone Di Genova

Castello Liguria, Genova - Genova

Epoca
XVI Secolo
Visitabile
NO
Proprietà
Comune

Verifica gli orari prima di effettuare una visita

Descrizione

Il Forte Sperone è sempre stato una delle più importanti fortificazioni di Genova, grazie alla sua posizione strategica, in alto sul monte Peralto, da cui domina tutta la città. Sorge su tre baluardi delle Nuove Mura, vale a dire il Bastione Puin sulla val Bisagno, Punta dello Sperone verso nord e Torbella o della Poterna sulla val Polcevera.

Oggi la fortificazione, realizzazione di progetti sabaudi, è formata da tre livelli. Sul primo si apre l\'accesso principale che risale al 1815 e in cui è stato inserito un monumentale portale d\'ingresso, con ponte levatoio, che presenta lo stemma sabaudo, in marmo di Carrara. Intorno al 1820 iniziò la costruzione di una caserma bastionata parallela al primo fronte e poi venne ampliata con la costruzione di nuovi locali ad est e la costruzione delle torri.

Sul secondo livello vi erano gli uffici e le camere dei graduati, mentre il terzo, quello più alto, rappresenta la parte più antica. Venne ben presto realizzata anche la polveriera al centro del Bastione Puin, mentre sul secondo fronte bastionato fu inserito un tetto a falde con copertura in ardesia che però venne distrutto durante la II guerra mondiale.

Condividi


Prezzi ed orari

Come raggiungere

Il forte Sperone é raggiungibile in macchina seguendo la strada per il Righi. Dopo averne intravisto la sagoma, partendo da levante, é possibile, girando a destra subito dopo un tornante, giungere fino all\'ingresso con il ponte levatoio.

La tua esperienza personale può essere di grande aiuto agli altri viaggiatori. Grazie!



Storia

Le prime fortificazioni in questo luogo strategico risalgono al 1300. I primi dcumenti ufficiali che attestano l\'esistenza di una fortificazione sono databili al 1530 quando il senato di Genova stanzia i soldi per la costruzione di una Bastia sul Peralto. L\'edificio attuale deriva dalle modifiche e gli ampliamenti effettuati nel XVIII secolo.

Una fonte ottocentesca, proveniente da documenti d\'archivio, asserisce che i progetti per la caserma erano dell\'ingegner Speroni; attualmente si afferma, molto probabilemente per errore, che quest\'ultimo ha dato origine al nome della fortificazione.

In realtà "Sperone" compariva già in una pianta di Genova del 1723; il termine deriva, senza dubbio, dalla particolare forma del bastione settentrionale.

Porta o Poterna Sperone, durante l\'assedio del 1800 fu chiusa per ordine del generale Massena perché "mal difesa e facile a sforzarsi". Questo era, originariamente, l\'unico percorso d\'accesso al Diamante ed ai Due Fratelli.

Nel marzo 1849, durante i moti, il Forte era occupato dalle truppe regie. Per ottenerne la consegna alla Guardia Nazionale, fu preso in ostaggio l\'Intendente Generale; i forti Begato e Sperone furono prontamente ceduti agli insorti. Alla fine però dovettero arrendersi e restituire il maniero alle truppe regie. La sera del 29 giugno 1857 fallì anche il tentativo d\'impossessarsi del fortilizio da parte d\'una quarantina di sostenitori delle idee mazziniane.

Durante la I guerra mondiale il forte venne utilizzato come prigione, mentre tra il 1958 e il 1981 fu concesso in uso alla Guardia di Finanza che vi realizzò la casermetta per i servizi della guarnigione e del ponte radio. Da quel momento il forte é in stato di abbandono, saltuariamente d'estate vi si svolgono all\'aperto concerti e rappresentazioni teatrali.

 

Indirizzo: Via del Peralto

Facilities