Castello Doria Di Dolceacqua

Castello Liguria, Imperia - Dolceacqua

Epoca
XII Secolo
Visitabile
Si, su richiesta
Proprietà
Comune

Verifica gli orari prima di effettuare una visita

Descrizione

Il castello si trova su una altura da cui domina la cittadina di Dolceacqua, vicino il confine francese. E' immerso nel meraviglioso paesaggio che è stato immortalato dal pittore Claude Monet in un suo famoso quadro in cui ne ha colto tutta la poesia dipingendo il maniero che guarda dall'alto di una rupe con in primo piano il suggestivo ponte d'accesso al borgo.

Esso presenta un edificio sviluppato in verticale con con orbite vuote e torrette quadrate agli angoli. Attualmente ne rimangono solo dei ruderi, ma un'opera di restauro ha permesso di integrare dei locali per lo svolgimento di attività culturali.

La sua lenta evoluzione lo ha visto inizialmente consistere in una torre circolare che poi nel XIV secolo è stato circondato da una cinta muraria più ampia. Successivamente durante il Rinascimento esso si trasformò in una maestosa residenza nobiliare decorata da affreschi e ben difesa. Numerosi assedi ed in seguito le battaglie franco-spagnole lo distrussero parzialmente durante la guerra di successione austriaca.

Condividi


Prezzi ed orari

Come raggiungere

S.S. Aurelia, Ventimiglia

La tua esperienza personale può essere di grande aiuto agli altri viaggiatori. Grazie!



Storia

Le origini del maniero risalgono al XII secolo quando fu costruito dai conti di Ventimiglia per controllare e difendere i territori circostanti. Subì l'assedio e l'incendio ad opera degli abitanti del luogo nel 1186, quando aveva trovato rifugio all'interno della fortificazione Enrico di Ventimiglia, figlio del conte Ottone.

Nel 1270 fu acquistato dal ghibellino Oberto Doria. Dovettere resistere a diversi assedi da parte del re di Napoli Roberto d'Angiò tra 1319 e 1329 fino a quando nl Cinquecento fu fortificato maggiormente dai Doria.

Nel 1746 subì ancora l'assedio delle truppe franco-spagnole in lotta contro l'Austria e i Savoia, e venne parzialmente distrutto. Altri danni giunsero con il terremoto del 1887. Divenne proprietà del marchese Tommaso De Ferrari prima di passare definitivamente al comune.

 

Indirizzo:

Facilities

Sposati in questo castello



Non ci sono al momento strutture segnalate dove mangiare