Castel D'Appio

Castello Liguria, Imperia - Ventimiglia

Epoca
XI Secolo
Visitabile
Si, gratuito
Proprietà
Provincia

Verifica gli orari prima di effettuare una visita

Descrizione

Il castel d'Appio fu un antico maniero appartenente al comune ligure di Ventimiglia, situato su un'altura alle pendici del monte Magliocca da cui domina la valle di Latte e del Roia, e gode di un magnifico panorama che va dalla Costa Azzurra alla Riviera Ligure.

Si conservano dell'antico castello solo alcuni ruderi: un residuo muro angolare a sud che fungeva probabilmente da cinta difensiva, rimangono solo quattro dei cinque lati originali della torre pentagonale, vi troviamo poi entro il recinto fortificato del castello risalente al XIII secolo i resti dell'ampia cisterna sembrerebbe dell'epoca roman e i ruderi del mastio poligonale che costituiva il principale elemento di difesa.

Condividi


Prezzi ed orari

Come raggiungere

La tua esperienza personale può essere di grande aiuto agli altri viaggiatori. Grazie!



boy

  • 18/12/2011

attualmente il castello è di proprietà di un architetto olandese ed è in fase di restauro su richiesta è visitabile

Storia

Il nome del castello è circondato da un mistero in cui si intrecciano storia e leggenda. Pare deriverebbe da Appio Claudio, console romano che nel 185 a.C., sottomessi i liguri Intemeli, stanziò un presidio che diede vita a delle fortificazioni per difendere e controllare il territorio circostante. Il nome è quindi in connessione con quello della Via Appia o con toponimi come Predappio - Pietra d'Appio vicino Forlì.

I primi documenti che attestano l'esistenza del castello risalgono al 1140 quando Ventimiglia venne conquistata la prima volta dai Genovesi. Sembrerebbe che nella seconda metà del secolo XII i Genovesi costruirono la prima fortificazione vera e propria per difendere la Repubblica sul confine della Provenza. Il maniero fu lungamente coinvolto prima con le lotte tra Genova e Ventimiglia fino al 1251 e poi con quelle tra Guelfi e Ghibellini nella seconda metà del duecento.

Risale invece al 1318 la battaglia di Roberto d'Angiò contro i Ghibellini di Savona che dovettero resistere rifugiandosi dentro il castello fino alla vittoria dei Guelfi. Fra il XVI e il XVII secolo Castel d'Appio fu abbandonato a favore del sottostante Castelvecchio, poiché situato in una posizione più conveniente, a ridosso della città di Ventimiglia.

Castel d'Appio ritornò ad avere nuovamente una rilevanza durante la guerra di successione austriaca nel 1746-1747 tra l'esercito austro-sardo e i soldati franco-genovesi. Nel 1746 i francesi inviarono a Castel d'Appio 4.500 soldati ma il generale Balbiano, comandante delle truppe austro-sarde, riuscì ad impossessarsi della fortezza. Da allora cominciò una fase di inesorabile declino, tanto che il maniero venne a poco a poco smantellato.

 

Indirizzo: Localiltà Peidaigo

Facilities