Castrum E Castello Di Lomello

Castello Lombardia, Pavia - Lomello

Epoca
IV Secolo a.C.
Visitabile
Si, gratuito
Proprietà
Pubblica

Verifica gli orari prima di effettuare una visita

Descrizione

L'insediamento fortificato di Lomello (Levi - Mellum ?) nasce tra il IV e il V sec. d.C. Esso sorge su di un dosso nei pressi del fiume Agogna a salvaguardia della via per le Gallie. In realtà il luogo risulta frequentato già a partire dal II sec. d.C., così come denunziano i resti di strutture al centro del dosso. Solo in età tardo antica si ricorda l'abitato in qualità di mansio nell'itinerario Burdigalense.

Il castrum tardo antico presenta fortificazioni poderose. Le mura in origine erano alte circa sette metri, con uno spessore di quattro metri. Inoltre presentavano i paramenti interni ed esterni formati da mattoni sesquipedali dalle dimensioni leggermente variabili (in media 44 X 28 X 6 cm.). Il riempimento interno era ugualmente massiccio: si alternavano filari di mattoni a conglomerato con frammenti di laterizi. Al momento le analisi alla termoluminescenza restituiscono una datazione intorno alla metà del V sec. d.C.

Le mura di cinta erano anche intervallate da torri. Due di esse sono state identificate: una (pianta rettangolare di 6,70m X 5,50) trova posto presso la facciata di S. Maria Maggiore di Lomello ed è attualmente utilizzata come campanile. La seconda è stata scoperta attraverso scavi avvenuti nel 1984.

Ulteriori informazioni confermano lo sfruttamento della cinta muraria sino all'alto medioevo, durante i secoli del quale le mura subirono una evidente spoliazione che ridusse lo spessore delle mura. Fino all'XI sec. si possono notare altre tracce di utilizzo. Intorno all'anno 1000, infatti, entro la cerchia di mura venne eretto un imponente edificio, interpretato come i resti del palazzo del conte palatino; inoltre esternamente al circuito murario si addossarono abitazioni di modesta fattura. Intorno alla metà dell'XI sec. si costruì anche il nuovo edificio di S. Maria Maggiore entro le mura e a fianco al battistero a trifoglio databile all'VIII sec. d.C., al fine di sostituire la vecchia chiesa alto medievale. Al tardo medioevo risalirebbe l'ultima sistemazione del castrum per opera dei Visconti, con il rifacimento della cinta muraria ( a cui vengono aggiunte altre torri) e con l'edificazione di un mastio di pianta quadrangolare con aggiunta di fossato e ponte levatoio, oggi trasformato in gerontocomio e ben conservato grazie anche a recenti restauri.

Condividi


Prezzi ed orari

Come raggiungere

La tua esperienza personale può essere di grande aiuto agli altri viaggiatori. Grazie!



Storia

Bibliografia

H. Blake - C. Maccabruni, Scavi di Lomello 1990, in Atti II Convegno sui ritrovamenti archeologici nella provincia di Pavia, (Casteggio 1990), Casteggio, pp. 73-78.

 G. P. Brogiolo, S. Gelichi, Nuove ricerche sui castelli altomedievali in Italia settentrionale, Firenze 1996, pp. 11 e seg.

P. Howard - C. Howard Davis, Rilievo del centro storico di Lomello, in Lancaster in Italy, Lancaster, 1986, pp. 5-10.

 

Indirizzo:

Facilities