Castello Di Castellengo

Castello Piemonte, Biella - Cossato

Epoca
X Secolo
Visitabile
Si, su richiesta
Proprietà
Privata

Verifica gli orari prima di effettuare una visita

Descrizione

Immerso nel verde di una natura rigogliosa, lontano quanto basta dal caos delle città si trova il Castello di Castellengo. Dalla collina su cui è arroccato, il maniero domina la splendida pianura sottostante, dando le spalle alle dolci colline Biellesi. L'evolvere delle stagioni regala panorami sempre diversi e sorprendenti e dal Castello si può godere in un colpo d'occhio di tutta la bellezza e la vastità della pianura coltivata, respirando aria pura e tranquillità.

Il Castello di Castellengo è un luogo denso di storia e di cultura. La Famiglia Ciccioni, che nel negli anni '90 dello scorso secolo ha iniziato i lavori di restaturo, vi accoglierà nelle propria dimora con grande entusiasmo, in modo tale da rendere il vostro soggiorno ed i vostri eventi speciali, momenti unici ed indimenticabili. Le antiche sale del castello, dopo i recenti restauri, sono finalmente tornate agli antichi splendori e possono infatti ospitare: meetings, cerimonie, mostre ed altri tipi di manifestazioni.

Il Castello è formato da:

* Sale affrescate al Piano Nobile per un totale di 200 ospiti .
* Ampi giardini a terrazza dove è possibile organizzare interamante ricevimento ed eventi all'aperto;
* Ampia taverna per aperitivi e/o dopo cena musicali.

Condividi


Prezzi ed orari

Come raggiungere

Autostrada A4 (Torino-Milano), uscita Carisio. Prendere la Strada Provinciale Torino-Svizzera (SP3) e poco dopo la SS230 direzione Cossato. Imboccare poi Via della Repubblica (SS232) ed infine la Strada Provinciale Candelo Castellengo.

Il Castello di Castellengo è ben collegato anche con il Lago Maggiore, la Valle d'Aosta ,il Piemonte Meridionale (Monferrato, Langhe) e la Liguria. Grazie ale nuove bretelle autostradali è inoltre raggiungibile in pochi minuti dall'aereoporto di Malpensa.

La tua esperienza personale può essere di grande aiuto agli altri viaggiatori. Grazie!



chiccononno

  • 20/05/2010

da rudere in stato di semiabbandono con amore pazienza e tanta voglia di fare la famiglia proprietaria sta ricavando un'ottima località di soggiorno

Storia

Le origini del castello si fanno risalire al X secolo per opera di Alberico di Monterone che si vide confiscata la proprietà nel 1014 per aver sostenuto Arduino d’Ivrea. Nel 1198 passò ai Bulgaro, nelle mani dei quali il maniero rimase fino al 1406. Nella notte fra il 4 e 5 maggio di quell’anno il Capitano di ventura Bamdo di Firenze occupò il castello.

Per riottenerne il possesso Amedeo VIII di Savoia fu costretto a ricorrere ad un assedio che si protrasse fino al febbraio del 1409. Successivamente il castello venne suddiviso e venduto a 14 nobili biellesi. Gli anni seguenti vedono i fratelli Frichignono di Cecina acquisire quote sempre maggiori del castello e del territorio di Castellengo. Nel 1630 Prospero viene investito del titolo di Conte da Carlo Emanuele I e lo stemma nobiliare dei Frichignono è ancora oggi visibile alla destra della meridiana.

Sul finire del '600, mutate le condizioni politiche e militari, comincia la trasformazione del castello da fortezza a residenza signorile. Tale trasformazione si protrae per tutto il ‘700, ispirandosi ai modelli francesi. La famiglia Frichignono si estinse nel 1883 ed il castello subì un graduale abbandono, cambiando più volte proprietà. Nel 1990 la famiglia Ciccioni, attuale proprietaria, inizia un attento restauro conservativo che è tutt’ora in corso.

 

Indirizzo: Frazione Castellengo, 31

Facilities

Sposati in questo castello