Castello Di Monreale A Sardara

Castello Sardegna, Medio Campidano - Sardara

Epoca
XII Secolo
Visitabile
Si, gratuito
Proprietà
Demanio

Verifica gli orari prima di effettuare una visita

Descrizione

Il Castello di Monreale sorge a un’estremità della cima del colle (281 metri sul livello del mare) recinta da mura e occupata all’altra estremità dal borgo medioevale, anch’esso allo stato di rudere. Ubicato lungo il confine tra regno d'Arborea e regno di Cagliari, insieme ai castelli di Marmilla e di Arcuentu faceva parte della linea difensiva del giudicato arborense. Non si hanno notizie sicure sulla data di erezione, ma il castello è citato in un documento del 1309 come donazione del re Giacomo II d'Aragona a Mariano e Andreotto de Bas, sovrani d'Arborea, i quali ne affidarono l'amministrazione al comune di Pisa.

Utilizzato come residenza reale per il soggiorno della moglie dell'infante Alfonso d'Aragona nel 1324, il castello di Monreale svolse un ruolo cruciale nella guerra tra Arborea e truppe iberiche, fungendo anche da rifugio per l'esercito isolano in rotta dopo la battaglia di Sanluri. Alla fine del XV secolo divenne proprietà dei conti di Quirra.

Il complesso fortificato di Monreale si articola in un castello vero e proprio, collocato in cima al poggio omonimo, e in un borgo sottostante. È racchiuso da una cinta muraria dotata di otto torri, a pianta sia quadrata sia circolare. Del castello sono ben visibili i muri perimetrali, alti circa 10 m e privi di feritoie o finestre, che racchiudevano tre cortili posti al centro e circondati da una serie di ambienti situati sui lati N, E e S. Pozzi e cisterne, interrati e voltati a botte, erano collocati in prossimità del lato S, mentre l'accesso ai piani superiori era garantito da scale in muratura.

Condividi

Prezzi ed orari

Come raggiungere

La tua esperienza personale può essere di grande aiuto agli altri viaggiatori. Grazie!



Storia

 

Indirizzo:

Facilities



Non ci sono al momento strutture segnalate dove mangiare