Castelluccio Di Gela

Castello Sicilia, Caltanissetta - Gela

Epoca
XIII Secolo
Visitabile
Si, gratuito
Proprietà
Comune

Verifica gli orari prima di effettuare una visita

Descrizione

Il Castelluccio di Gela, sorge a ridosso dell'abitato omonimo, su un piccolo poggio a dominio della piana. Purtroppo dopo alcuni lavori di restauro il castello è tornato nell'oblio dell'abbondono, chiunque può entrare nell'area del maniero attraverso una recinzione divelta, e danneggiare il bene castellano (così come già è stato fatto e vieni fatto da vandali). Qualche anno fa l'area era stata interdetta alle visite causa delle particolari zecche aggressive, ci chiediamo a questo punto se tale trovata non fosse solo per tenere lontano che volesse avvicinarsi a visitare il castello.

Anche il castelluccio di Gela viene dunque annoverato tra i magnifici castelli siciliani che prima viene restaturato e poi abbandonato nuovamente al proprio inesorabile destino.

Condividi


Prezzi ed orari

Come raggiungere

La tua esperienza personale può essere di grande aiuto agli altri viaggiatori. Grazie!



Storia

Roccaforte di epoca sveva, risalente alla prima metà del XIII secolo, si innalza sulla sommità di un rilievo gessoso, a dominio del territorio circostante. Il maniero, che ebbe una funzione eminentemente difensiva, passò al feudo di Anselmo da Moach nel XIV secolo e successivamente cadde nelle mani degli Aragonesi. Nel corso dei secoli il castello fu sottoposto a una serie di distruzioni con conseguenti rifacimenti - subì gravissimi danni anche per via del bombardamento seguito allo sbarco alleato del 10 luglio 1943 - e attualmente presenta una struttura a pianta rettangolare, caratterizzata da mura spesse e da due possenti torri angolari; quella posta sul lato ovest del castello, conserva i resti di una cisterna, collocata al piano terra, e di una sala, ubicata nel piano sovrastante, nell'altra torre, invece, e' stata individuata una cappella scavata nella parete e destinata probabilmente a funzioni religiose. Sul prospetto principale del castello e' visibile una doppia fila di finestre che lasciano presupporre l'esistenza di più piani superiori, inoltre al suo interno, la struttura conserva, al piano terra, i resti di ambienti comunicanti che avevano principalmente la funzione di stalle e armerie, mentre del piano nobile rimangono solo le mura perimetrali.

 

Indirizzo: Contrada Spadaro

Facilities