Castello Di Castel Di Lucio

Castello Sicilia, Messina - Castel Di Lucio

Epoca
XIV Secolo
Visitabile
Si, gratuito
Proprietà
Comune

Verifica gli orari prima di effettuare una visita

Descrizione

Sulla percorrenza che, seguendo alternativamente ed in parallelo il corso dell’antico fiume Halaesius (torrente di Tusa), collega il litorale all’entroterra in direzione di Nicosia ed Enna, Castel di Lucio si inserisce in un sistema di siti fortificati. Dal collegamento a vista con i castelli di Tusa e di Pettineo e, attraverso punti di avvistamento secondari tra  quali la torre del fortilizio di Migaido, una proponibile struttura turrita (Letto Santo di Mistretta) sul costone che separa la valle dell’Alaeso dai territori di Reitano, Motta d’Affermo e Mistretta, Torre Macera (resti di un insediamento bizantino?) ed altre, delle quali resta solo memoria documentaria, controlla la percorrenza verso l’interno.

La rocca si eleva a più di 350 m dal fondo valle; il pianoro su cui si elevano le fabbriche segue ad occidente e settentrione il ciglio di roccia; a meridione presenta una bastionatura a scarpa su cui si ergono due torrioni cilindrici collegati da un corpo di fabbrica. Resti consistenti di una muraglia bastionata si elevano a sud-ovest. Per quanto le prospezioni effettuate nel 1981 lasciassero leggere, era possibile individuare all’angolo di nord-est un corpo di fabbrica quadrangolare verso cui confluivano le fondazioni di due corpi attestati ai torrioni. L’analisi degli spessori e degli innesti murari lasciò margine per ipotizzare un nucleo originario costituito dal torrione di sud-ovest e dal corpo di fabbrica che da esso si diparte verso est. Le fabbriche cingono un modesto atrio sul cui suolo è possibile leggere le tracce di strutture di almeno tre vasche idriche. La bastionatura del fianco sud/sud est in corrispondenza al corpo di collegamento sembra essere il prodotto di un seriore intervento. Fonti iconografiche: l’affresco sulla volta della chiesa del convento dei Minori (XVIII – XIX secolo), se pure ricostruisca idealmente il complesso, si fonda su dati che la tradizione ancor viva nel popolo tramanda. Il dipinto rappresenta la torre di sud-ovest provvista di una copertura a volta emisferica.

Condividi


Prezzi ed orari

Come raggiungere

La tua esperienza personale può essere di grande aiuto agli altri viaggiatori. Grazie!



Storia

Il Castel di Lucio è ricordato fin dal XIV secolo; a tale data probabilmente esistono già la torre di sud-ovest ed il corpo di fabbrica est. Nel 1308 – 1310 il luogo è ricordato come Castellutium.

 

Nel 1322 il castello entra nella contea ventimigliana di Geraci, e ancora nel 1336 come proprietà di Francesco Ventimiglia, ribelle contro Pietro d’Aragona.

 

Nel 1408 vengono menzionati la terra ed il castello.

 

Dal XIV al XVI secolo Castelluccio rimane nella contea ventimigliana, divenuta poi Marchesato.

Bibliografia

Castelli medievali di Sicilia, guida agli itinerari castellani dell\'isola; Regione Siciliana Centro Regionale per l\'Inventario la Catalogazione e la Documentazione dei Beni Culturali e Ambientali.

 

Indirizzo: Zona Casteddu

Facilities