Castello Di Milazzo

Castello Sicilia, Messina - Milazzo

Epoca
XI Secolo
Visitabile
Si, pagamento
Proprietà
Comune

Verifica gli orari prima di effettuare una visita

Descrizione

Il Castello di Milazzo, monumento nazionale, con una superficie di oltre 7 ettari, di cui 12.070 mq coperti da fabbricati, svetta sul paesaggio di Milazzo alla sommità dell'antico "Borgo" rappresentando uno dei complessi fortificati più grandi d'Europa.

Il complesso castrale fonda le ragioni della sua collocazione sullo straordinario valore strategico della penisola di Milazzo che si protende verso le Eolie, a presidio di una rada naturale che ha costituito da sempre uno dei porti più importanti della Sicilia. Vanta ottime potenzialità visive sul golfo di Patti, su quello di Milazzo, sul braccio di mare che separa la penisola stessa dall'arcipelago eoliano e su tutto l'entroterra con il suo sistema di fortezze a presidio delle vie di comunicazione che si proiettavano all'interno della Sicilia attraverso le fiumare peloritane. Il castello sul versante di nord-ovest è protetto dallo strapiombo naturale, mentre verso sud-est, il pendio in direzione della città e del porto è difeso dal progressivo avvicendamento delle cinte murarie. La mole del castello, collocata sapientemente al culmine del promontorio, domina anche l'istmo.

Lo schema icnografico del complesso è articolato ed è formato da: maschio normanno a pianta quadrata; blocco della domus a pianta rettangolare; cinta 'sveva' rettangolare racchiudente i due edifici appena menzionati, con torri sporgenti a pianta quadrata e con fabbriche giustapposte internamente che presentano piante rettangolari o trapezoidali allungate; cinta 'aragonese' poligonale con baluardi emicilindrici racchiudente il complesso normanno e svevo; ulteriore cinta cinquecentesca con baluardi triangolari verso sud-est.

Il mastio (la torre mastra), comunemente chiamata 'torre saracena' (10,30 x 10,30 metri), sorge al culmine del castello, ove si padroneggia anche la visuale dei versanti est ed ovest; è inserita circa a metà del lato occidentale della cinta e dovrebbe trattarsi dell'elemento più antico del complesso. Si configura come un massiccio blocco parallelepipedo la cui robustezza (spessore medio 2,00 metri) viene enfatizzata da un probabile abbassamento dell'altezza originaria e dalla giustapposizzione di una scarpa basamentale, modifiche dettate dall'affermazione delle armi da fuoco e presumibilmente attuate nel XVI secolo. Presenta due elevazioni (altezza di 14 metri) realizzate in opus incertum, mentre i cantonali spiccano per la vigorosa e regolare tessitura di grossi conci squadrati in scuro materiale vulcanico, plausibilmente importato dalle vicine Eolie. Internamente si sovrappongono due ambienti, rispettivamente divisi in due campate da grandi arcate ogivali che fungono da sostegno intermedio per la tessitura dei soffitti.

Condividi


Prezzi ed orari

Come raggiungere

Autostrada A20 (Messina-Palermo), uscita Milazzo, seguire le indicanzioni per la città ed il castello.

La tua esperienza personale può essere di grande aiuto agli altri viaggiatori. Grazie!



Storia

Le prime e rudimentali fortificazioni sono databili alla seconda età della pietra: Neolitico (4.000 a.C. circa). Più tardi, con i primi colonizzatori greci (VIII-VII sec. a.C.), questo modesto agglomerato prese corpo e si ingrandi. Così, l'acropoli ("città fortificata") assunse nuova dimensione sino ad accrescere di ruolo e di importanza con il successivo "castrum" (castello) romano-bizantino.

Furono, però, gli Arabi, che dopo l'843 diedero vita al primo nucleo (la parte più antica) dell'attuale castello, sulle rovine e fondamenta delle civiltà locali, greche, romane e bizantine. Successivamente, i Normanni e gli Svevi edificarono nuove strutture, gli Aragonesi ne adeguarono l'impianto difensivo, ed infine gli Spagnoli lo circondarono con la poderosa cinta bastionata conferendogli le dimensioni di una "cittadella".

Da allora il castello di Milazzo assunse la sua completa e definitiva conformazione giunta tale sino a noi. Il castello è al momento chiuso per restauro, il maniero dovrebbe riaprire nel 2011.

 

Indirizzo: Borgo, salita castello

Facilities