Castello Di Tindari

Castello Sicilia, Messina - Patti

Epoca
IX Secolo
Visitabile
Nessuno
Proprietà
Curia vescovile

Verifica gli orari prima di effettuare una visita

Descrizione

Il sito, di antica antropizzazione, si trova su di un promontorio a picco sul Tirreno che domina la costa tra Milazzo e Capo Calavà, di indiscusso interesse strategico. Attualmente vi sono solo attestazioni documentarie e fonti iconografiche del forte.

 

Condividi


Prezzi ed orari

Come raggiungere

La tua esperienza personale può essere di grande aiuto agli altri viaggiatori. Grazie!



Storia

Nell’836-37 è già sede vescovile; la località viene espugnata dall’armata di Ibn Yaqut, reduce dalle scorrerie nelle isole eolie – Amari 1933-39, I, p. 438.

 

Nel 1110 nei pressi delle rovine dell’antica Tindari sorge il monastero di Sant’Elia de Scala Oliveti – Filangeri 1979, p. 31.

Nella metà del XIV secolo è signore della rocca di Tindari Bonifacio d’Aragona, cugino di Pietro II d’Aragona – Fazello, II, pp. 631-632.

Nel 1315 la custodia del castrum di Tindari è a carico della chiesa di Patti e re Federico IV ordina al suo vescovo di dare terre a Oddone Mancuso, castellano di Tindari, per integrare la sua retribuzione – Cosentino 1886, pp. 73, 75, 102, 309-310, 356; Argeri p. 61.

Nel 1359 è citato come castrum – Michele da Piazza, p. 367 (ex inf. F. Maurici).

Nel 1365 le capitanie e castellanie di Patti, Tindari, Alcara e Sant’Angelo di Brolo sono concesse a vita a Vinciguerra Aragona – Bresc 1986, p. 801.

Nella prima metà del XV secolo è citato come castello in una località per il resto disabitata – ivi, p. 887.

Nel 1409 un inventario ci informa che nella turris di Tindari esisteva una bombarda di mitallu – ACA, Maestro Racional 2506 (ex inf. F. Maurici).

Nel 1558 nel punto più alto della rocca, dove un tempo sorgeva la fortezza, in quel momento vi era solo una chiesa dedicata a Santa Maria de Tindaro – Fazello 1817, I, p. 541.

Nel 1578 Spannocchi raffigura la “chiesa del Tindaro” come una fortezza merlata – Spannocchi, c. CVI.

Nel 1925-27 fotografie d'epoca mostrano ancora il santuario come un complesso fortificato.

Bibliografia

Castelli medievali di Sicilia, guida agli itinerari castellani dell’isola; Regione Siciliana Centro Regionale per l’Inventario la Catalogazione e la Documentazione dei Beni Culturali e Ambientali.

 

 

Indirizzo: Frazione Tindari

Facilities