Castello Di Tortorici

Castello Sicilia, Messina - Tortorici

Epoca
XII Secolo
Visitabile
Nessuno
Proprietà

Verifica gli orari prima di effettuare una visita

Descrizione

Del castello si ha attualmente esclusiva attestazione documentaria. Il castello doveva trovarsi in posizione emergente al centro dell’attuale quartiere “Motta”, a sua volta delimitato da una cinta muraria fortificata; l’abitato è ubicato sulla sponda occidentale del fiume grande di Tortorici; reperti archeologici ne testimonierebbero l’antica origine greco-romana.

Condividi

Prezzi ed orari

Come raggiungere

La tua esperienza personale può essere di grande aiuto agli altri viaggiatori. Grazie!



Storia

Nel 1220 Guidone Polichino risulta signore di Tortorici e della sua fortezza – Principato 1988, ad vocem.

Nel 1270 la terra di Tortorici è posseduta da Bernard e Artus, a metà col fratello Gerard; l’anno successivo figura solo Gerard come esclusivo proprietario – Catalioto 1995, p. 255.

Nel 1277 è citata come località con 305 fuochi – Bresc 1986, p. 62.

Nel 1282 nella colletta promossa da re Pietro Tortorici può mettere a disposizione 40 arcieri – ibidem.

Nel 1371 la proprietà passa a Vinciguerra Aragona – Principato 1988, ad vocem.

Nel 1391 Bartolomeo Aragona, tra altre terre, riceve la conferma della terra di Tortorici – D’Alessandro 1963, p. 123.

Nel 1393 Bartolomeo Aragona, conte di Cammarata, riceve in affidamento le terre e i castelli di Galati e Tortorici – Palazzolo 1998, p. 8.

Nel 1750 ca. del castello non restano che alcune vestigia per la sua identificazione in cima alla cresta dell’abitato – Amico 1855-56, II, pp. 605-607.

Bibliografia

Castelli medievali di Sicilia, guida agli itinerari castellani dell’isola; Regione Siciliana Centro Regionale per l’Inventario la Catalogazione e la Documentazione dei Beni Culturali e Ambientali.

 

Indirizzo: Sorgeva all'interno del centro abitato

Facilities