Castello Di Monte Cesarò

Castello Sicilia, Palermo - Partinico

Epoca
XII Secolo
Visitabile
NO
Proprietà
Privata

Verifica gli orari prima di effettuare una visita

Descrizione

 Il monte Cesarò (469 m) è un rilievo calcareo, difeso da altissime pareti a strapiombo la cui sommità è raggiungibile per un sentiero lungo il fianco occidentale, in più dolce declivio. L'hisn citato da Idrisi dominava un abitato, già documentato nel X secolo, fra i mudun siciliani (Amari 1880-81, II, p. 670). E' ipotizzabile che il sito sia stato abbandonato a seguito delle guerre antimusulmane di Federico II.
Del castello rimangono tratti di un muro di sbarramento sul fronte ovest, resti interrati di un edificio quadrangolare e una cisterna rettangolare (m 3 x 2). I muri (m 2 di spessore) sono costruiti con l'mpiego di pezzami calcarei locali. Il castello e l'abitato (testimoniato da cumuli di pietrame e ceramica poco sotto la cima) si trovano in uno stato di disfacimento totale ma lo spessore dell'interramento lascia ben sperare per un'eventuale scavo archeologico.

Condividi

Prezzi ed orari

Come raggiungere

La tua esperienza personale può essere di grande aiuto agli altri viaggiatori. Grazie!



Storia

 Nel 970 B.rt.niq è annoverato fra i mudun (città) siciliani. La menzione seguente è invece del 1093, in epoca normanna; è annoverato Parthenich nel diploma di fondazione del vescovado di Mazara. Nel 1150 si ha la prima menzione del castello: "la fortezza [hisn] che prende il nome da Partinico sorge in un luogo detto Gaban [cimitero]. Nel XII secolo Partinico diventa possedimento della famiglia Avenel, mentre nel 1165, nel ricordare l'abitato ed il castello, è menzionato un Gualterio come castellanus. Nel 1340 si menziona il monte ubi erat castrum Partenici

Bibliografia

Castelli medievali di Sicilia, guida agli itinerari castellani dell’isola; Regione Siciliana Centro Regionale per l’Inventario la Catalogazione e la Documentazione dei Beni Culturali e Ambientali.

Amari 1880-81, II.

Pirri 1733, II.

Ménager 1975

Mazzarese Fardella 1983.

D\'Asaro 1994.

 

 

Indirizzo: Vetta del monte Cesarò

Facilities