Castello Di Casigliano

Castello Umbria, Terni - Acquasparta

Epoca
XVI Secolo
Visitabile
Si, su richiesta
Proprietà
Privata

Descrizione

Condividi

Prezzi ed orari

Come raggiungere

La tua esperienza personale può essere di grande aiuto agli altri viaggiatori. Grazie!



Storia

Gli storici lo vogliono compreso nella donazione di Ottone I Imperatore ad Arnolfo nel 980 d.c.. Assalito, saccheggiato e distrutto prima dai barbari e poi dalla famiglia ghibellina dei Chiaravalle, la struttura odierna, progettata da Sangallo il Giovane, risale al 1519. Fu Ludovico degli Atti a commissionarglielo per trasformarlo in una rocca militare che da allora non subì più distruzioni.
Cominciava una nuova età per il Castello.
Ludovico degli Atti ricevette il maniero dal papa Clemente VII quale premio della fedele servitù nelle crociate cristiane in qualità di generale dell’esercito papale.
Egli ospitò qui papi di passaggio, come quando, nel 1543, il papa Paolo III soggiornò a Casigliano attorniato da sette condominiali e con la scorta di 1400 cavalli.
La tragica faida tra gli Atti e i Cesi, conclusasi nel 1553 con l’assassinio nel Castello di Angelo degli Atti, figlio di Ludovico, per mano di Pietro Cesi, segnò l’inizio del declino della potenza di questa famiglia ed il castello finì per tornare sotto la Curia Apostolica.
Da questa, il principe Bartolomeo Corsini lo acquistò, con 2000 ettari di terreno, nel 1607 per “la modica cifra”di novantasettemila scudi; oggi la sua erede Contessa Lucrezia Corsini ne ha aperto le imponenti porte per farne assaporare le atmosfere ricche di storia.
 

 

Indirizzo: Piazza Corsini 1, Località Casigliano

Facilities

Sposati in questo castello