Rocca delle Caminate

Castello Emilia Romagna, Forli' Cesena - Meldola

Epoca
XIII Secolo
Visitabile
Si, pagamento
Proprietà
Provincia

Verifica gli orari prima di effettuare una visita

Descrizione

Dopo un accurato restauro Rocca delle Caminate è oggi un Centro di Alta Formazione Universitaria, sede del Tecnopolo di Forlì-Cesena, nell’ambito della Rete di Alta Tecnologia della Regione Emilia-Romagna. La struttura, di proprietà della Provincia di Forlì-Cesena, dal 21 luglio 2017 è gestita da Ser.In.Ar., per attività formative e culturali.

Ospita anche strutture di ricerca e spin off del CIRI Aeronautica (Centro Interdipartimentale di Ricerca Industriale Aeronautica, Spazio e Mobilità) dell’Universita di Bologna ed è connessa con le Gallerie del Vento Caproni di Predappio, oggetto di importanti attività di ricerca relative alle turbolenze e inserite all’interno del progetto europeo Ciclope.

Grazie ai propri ampi e funzionali spazi, frutto di un sapiente restauro terminato nel corso del 2016, Rocca delle Caminate è una location esclusiva ed elegante, ideale per attività formative, convention aziendali, eventi culturali, artistici e musicali.

La struttura è dotata di spazi esterni particolarmente suggestivi, quali la grande corte interna e il terrazzo panoramico, ambienti che si prestano meravigliosamente, nel periodo primaverile/estivo, per manifestazioni all’aperto.

La corte interna

La corte interna è un grande spazio all’aperto chiuso dalle possenti mura da un lato e da un’ala del Castello dall’altra, nel cui sfondo si erge, nella sua maestosità, il grande torrione.

Misura 60x25 mt: può essere attrezzata a platea per contenere fino a 400 posti, mentre, opportunatamente allestita con tavoli per la ristorazione, ospita comodamente oltre 250 persone.

I locali chiusi che si affacciano sulla corte sono ideali per la gestione di tutte le attività di catering e di preparazione pasti.

La sala polivalente

La sala polivalente di Rocca delle Caminate è un ambiente ideale per conferenze, seminari e corsi di formazione in plenaria: misura esattamente 25 metri di lunghezza per 15 di larghezza e dispone di 100 posti a sedere, ampliabili fino a 150 sedute e di un tavolo presidenza che può ospitare fino a 6 relatori. La dotazione tecnologica comprende impianto microfoni, audio, videoproiezione con schermo a discesa comandata, collegamento web tramite wifi.

La sala è dotata di un impianto di condizionamento di ultima generazione, programmabile da remoto.

 

Altre sale e aule

Rocca delle Caminate è dotata di altre 6 aule di varie dimensioni (con una capienza dai 10 ai 60 posti) utilizzabili per conferenze, gruppi di studio, laboratori e formazione.

 

Ristorazione e residenzialità

La struttura dispone di una sala catering allestita con tavoli tondi che ospitano comodamente 8 persone ciascuno, per una capienza totale di circa 50 posti. Annesso alla sala è disponibile un locale cucina per attività di catering.

La residenzialità è garantita tramite apposita convenzione con il Resort Condè, esclusiva struttura che dispone di suite di alto livello, sala ristorante, piscina, centro benessere e cantina vinicola.

Il Resort Condè si trova a circa un chilometro da Rocca delle Caminate, in splendida posizione rialzata con vista panoramica sulla valle del Rabbi: i trasferimenti da e per la struttura sono garantiti da una navetta.

Condividi


Prezzi ed orari

Tariffe

Per la visita è richiesto un contributo di euro 5,00 a persona.

Orari di apertura

Rocca delle Caminate è visitabile su prenotazione.

Informazioni aggiuntive

Rocca delle Caminate è in grado di accogliere gruppi organizzati (minimo 20 persone) e propone visite guidate per scoprirne la storia millenaria. Vi sono installati pannelli informativi e sono attivi supporti multimediali, accessibili anche tramite smartphone. Su richiesta è possibile usufruire della presenza di esperti di storia locale, per approfondire la storia e le evoluzioni della Rocca nei secoli.

Come raggiungere

Dall’autostrada A14 (Adriatica) uscire al casello di Forlì e immettersi nella Tangenziale Est. Procedere oltre lo svincolo in cui l’asse stradale diventa a due corsie, quindi, alla seconda rotonda, girare a sinistra prendendo via delle Caminate. Raggiungerete la Rocca dopo circa 7 km.

La tua esperienza personale può essere di grande aiuto agli altri viaggiatori. Grazie!




Storia

L’epoca a cui si deve far risalire la costruzione della Rocca delle Caminate è molto incerta. Alcuni particolari architettonici hanno fatto avanzare l’ipotesi che questa sia avvenuta anteriormente all'anno 1000, mentre secondo altri studiosi sarebbe stata edificata nel 1137 da un certo Ricciarello, barone di Beaumont, che sarebbe stato tra l’altro capostipite della famiglia dei Belmonti e dei Ricciarelli.

Gli imperiali distrussero il castello e scacciarono queste 2 famiglie nel 1200 circa. La rocca fu riedificata dai forlivesi nel 1213, tornò ai Belmonti, e di nuovo, nel 1236, ai forlivesi che la distrussero. I Belmonti nuovamente la ricostruirono e ad essi la tolse nel 1390 Cecco Ordelaffi; fu poi conquistata nel 1405 dai Malatesta che la tennero fino al 1469 quando Pino Ordelaffi la distrusse e la riprese.

 

Successivamente passò sotto il dominio dei Francesi e poi per un breve periodo sotto il dominio della Repubblica di Venezia che la cedette al Papa che la diede in feudo nel 1519 al Conte Alberto Pio di Carpi, insieme a Meldola e Sarsina.

Passò ai Principi Aldobrandini nel 1597 e da questi ai Principi Pamphili e ai Doria- Pamphili,  che nel 1853 la diedero in “enfiteusi” prima alla famiglia Baccarini di Forlì e poi al Prof. Dalle Vacche.

Un terremoto nel 1870 la danneggiò moltissimo e mise in pericolo la torre che più tardi in parte crollò.

Nel 1923 la Soprintendenza ai Monumenti per la Romagna elaborò un progetto di restauro per destinare l’edificio a residenza di Benito Mussolini.

Per questo scopo un apposito Comitato raccolse, per mezzo del “Prestito Littorio”, circa 70.000 firme accompagnate da offerte economiche. I lavori cominciarono nel 1924 e terminarono nel 1927. La Rocca fu da allora utilizzata da Mussolini quale residenza estiva, per ospitare incontri, con la presenza di capi di stato, ambasciatori, autorità.

Per caratterizzarne la visibilità fu installato sulla torre un faro tricolore che, con la potenza di 8000 candele, era in grado di raggiungere una distanza di oltre 50 chilometri. Nel 1943, il 28 settembre, la Rocca ospitò la prima riunione del Consiglio dei Ministri della Repubblica Sociale Italiana.

 

Indirizzo: Strada Meldola Rocca delle Camminate

Facilities

  • Informazioni
  • Toilets
  • Feste medievali

Non ci sono al momento strutture segnalate dove mangiare