Castello Di Arceto

Castello Emilia Romagna, Reggio Emilia - Scandiano

Epoca
X Secolo
Visitabile
Si, pagamento
Proprietà
Comune

Verifica gli orari prima di effettuare una visita

Descrizione

Il Castello di Arceto si erge nell'omonima frazione del paese di Scandiano (Reggio Emilia) e rappresenta un ottimo esempio di castello medievale del X secolo, in cui risultano ancora leggibili, nonostante i numerosi rimaneggiamenti, le tracce del fossato e delle mura, del ponte levatoio, del rivellino e della torre pusterla. Il Castello, inoltre, è uno dei pochi esempi rimasti nel territorio emiliano di Rocca di pianura sorta su di un terrapieno ricavato con terra proveniente dalla escavazione di un fossato di forma ellittica. Nella sua corte interna, che è una sorta di borgo medievale ancora ben conservato, spicca l'oratorio dedicato a San Rocco, costruito nel 1570 dai marchesi Thiene, e la Rocca vera e propria, cuore della difesa militare del castello.

In particolare è da segnalare, all'interno del Castello, lo scalone monumentale costruito dai marchesi De Mari nel 1750. Oggi il comune di Scandiano, che ne è proprietario, utilizza l’elegante salone centrale per celebrare matrimoni civili. Gli ambienti pubblici del Castello sono inoltre utilizzati frequentemente anche come sede espositiva di mostre fotografiche e di pittura. Da circa due anni il Castello di Arceto (insieme alla vicina Rocca di Scandiano) fa parte dei Castelli Matildici e delle Corti Reggiane.

L'antica scuderia e cantina del Castello di Arceto accoglie al proprio interno dal 1994 un ristorante, pronto ad accogliere il turista in visita alla Rocca in una sala dal sapore rustico ma dai toni raffinati.

Condividi


Prezzi ed orari

Come raggiungere

Per raggiungere il Castello in auto, dall'autostrada A1 uscire al casello di RE. Andare verso Scandiano. Da lì, seguendo le segnaletiche, andare in direzione Rubiera (Modena) e alla rotonda sulla tangenziale seguire le indicazioni per Arceto.

 

La tua esperienza personale può essere di grande aiuto agli altri viaggiatori. Grazie!



Storia

Ciò che costituiva la base primaria del Castello di Arceto viene nominato per la prima volta in documenti ritrovati nella zona di Nonantola e risalenti all’833. Venne poi riconosciuta ai Vescovi di Reggio Emilia dall’Imperatore Ottone I nel 962, e furono loro a farsi autori della vera costruzione del Castello. Dopo un lungo dominio della Chiesa di Reggio, fu ceduto ai Malapresa e quindi passò alla famiglia dei Fogliani (alleati dei Visconti contro gli Estensi). Nel 1414 il castello, conquistato dagli Este, fu dato ai Boiardi e per oltre tre secoli esso seguì le vicende della vicina Scandiano. Durante il governo di questi feudatari la Rocca, i fabbricati affacciati a essa e il torrione d'ingresso vennero sottoposti a massicci interventi di riassetto.

Nel 1565 il Castello divenne proprietà dei conti Thiene, cui si attribuisce l'edificazione dell'oratorio dedicato a San Rocco. Ai Thiene si avvicendarono poi i marchesi Bentivoglio e di nuovo gli Este. Nel 1740 il duca Francesco III distaccò Arceto da Scandiano e il castello appartenne ai De Mari (marchesi di origine genovese). Sin da subito, il marchese Giambattista de Mari effettuò numerosi lavori di consolidamento e restauro della Rocca, modificandone l’antica forma: fu eretta ex novo la torre d’ingresso, aggiunti edifici laterali e si intervenne sugli ambienti interni della residenza signorile. Altri lavori interessarono la sostituzione del fatiscente ponte levatoio con una costruzione in pietra, adibita a porta d’accesso, e la realizzazione, nel 1751, di un monumentale scalone ornato di cinque statue in terracotta di cui soltanto due sono superstiti.

Infine gli Spinola furono gli ultimi proprietari del Castello. Attualmente l'amministrazione comunale è proprietaria  del castello comprendente il sontuoso scalone ed alcune sale attestate al piano nobile. Dopo un impegnativo restauro completato di recente, sono tornati alla luce le stratificazioni e i segni dei tempi, donando alle fastose decorazioni settecentesche nuovo splendore.

 

Indirizzo: Piazza Castello di Arceto

Facilities

Sposati in questo castello