Castello Di Aymavilles

Castello Valle d'Aosta, Aosta - Aymavilles

Epoca
XIV Secolo
Visitabile
NO
Proprietà
Regione

Il Castello è chiuso per restauro

Descrizione

Il castello di Aymavilles è costruito su una collina morenica che degrada verso la Dora. Nel '200 esso consisteva in un unica torre di cui rimangono ancora oggi le grosse murature d'ambito fortemente scarpate. Attualmente invece il castello comprende quattro torri angolari dalla pianta circolare, disuguali tra loro, caratterizzate da una merlatura con feritoie e realizzate in blocchi di tufo e di travertino. Il castello è stato circondato da una cinta muraria doppia dotata di fossato e ponte levatoio. Di fronte alla torre di sud est venne realizzato un fabbricato semicircolare ad uso residenziale. Un sistema di gallerie e logge collega tra loro le torri trecentesche. L'ingresso del castello consiste in una doppia scala che permette l'accesso ad un loggiato, sormontato da un balcone. Il castello, essendo state abbattute le vecchie fortificazioni, con le rstrutturazioni operate nel '700 ha assunto un aspetto che ricorda lo stile rococò.

Condividi


Prezzi ed orari

Come raggiungere

 Provenendo dalla SS 26 o dall'autostrada A5 Torino-Aosta, proseguire da Aosta in direzione Courmayeur, uscire al casello Aosta ovest - Aymavilles.

Raggiunta l'uscita dell'autostrada A5 di Saint-Pierre (Aosta Ovest) svoltare a destra sulla SR47 per la valle di Cogne. Attraversato Aymavilles si risale brevemente il centro abitato sino a raggiungere Bettex, ove si può lasciare l'auto nel parcheggio adiacente alla fermata degli autobus.

La tua esperienza personale può essere di grande aiuto agli altri viaggiatori. Grazie!



Storia

 Le rcerche archeologiche hanno rivelato l'esistenza di un antico donjon cui forse si riferisce il più antico documento riconducibile al castello, datato al 1207 che parla di una torre esistente in quela zona.

I primi documenti certi, invece risalgono al 1278 e descrivono il castello come una torre quadrangolare circondata da una cinta muraria.

inizialmente fu proprietà dei De Amavilla, ma nella seconda metà del XIV secolo il castello passò alla famiglia degli Challant che lo trasformarono e gli fecero assumere la forma attuale. Nel 1357 Aimone di Challant, ristrutturò il sistema difensivo e realizzò le quattro torri angolari.

Nel 1450 Giacomo Francesco II conte di Challant integrò al complesso un fabbricato semicircolare di fronte alla torre di sud est che doveva servire come dimora signorile.

Nei primi anni del Settecento, il barone Giuseppe Felice, trasformò il maniero in una elegante residenza nobiliare. Egli demolì il corpo semicircolare eretto nel 1450 da Giacomo Francesco II e le fortificazioni esterne, mentre gli otto ettari del terreno circostante vennero trasformati in giardino.

Fu venduto nel 1870 al conte Clemente Asinai Verasis di Castiglione e nel 1882, il castello di Aymavilles, divenne proprità del senatore Bombrini, ed in queto periodo vennero ritrovate nelle soffitte del castello due tavole rappresentanti rispettivamente la Madonna e l'Arcangelo Gabriele.

Nel 1970 l'Amministrazione regionale valdostana ha acquistato il castello e cominciato nuovi lavori di restauro.

 

Indirizzo: Piazza Chanoux 36

Facilities