Castello Di Oliveto

Castello Toscana, Firenze - Castelfiorentino

Epoca
XV Secolo
Visitabile
Si, su richiesta
Proprietà
Privata

Verifica gli orari prima di effettuare una visita

Prezzi ed orari

Come raggiungere

Raggiungibile da Firenze tramite superstrada Firenze-Livorno; da Siena - superstrada Siena-Firenze

La tua esperienza personale può essere di grande aiuto agli altri viaggiatori. Grazie!



Storia

Il Castello di Oliveto costruito nel 1424, è una fra le più belle ville della Toscana.
La costruzione si colloca sulla cima di un colle e, secondo le esigenze dell'epoca, è ben protetta da fossati, mura e da torri, oggi veri monumenti di arte militare e architettonica.
Si trova sulle ridenti colline adiacenti alla strada provinciale che va da Castelfiorentino a Certaldo . Il nome, come è ovvio pensare, deriva dalle lussureggianti coltivazioni di olivo che circondano il colle, mentre il Castello è circondato da fitti filari di cipressi e da folta boscaglia di lecci e di allori, che rendono ombrosi e deliziosi i viali dove anticamente si soleva passeggiare.
Molti sono i motivi architettonici di particolare : la merlatura guelfa, i quattro torrioni agli angoli, la torretta dell'orologio, il cortile interno della Villa che ha l'intonaco messo a graffite (come era in uso nelle case e nei palazzi delle nobili famiglie fiorentine), il loggiato con quattro arcate e la cappella per le funzioni religiose.
All'interno del loggiato si trova un pozzo di raccolta di acqua piovana che originariamente era un punto di rifugio e di uscita sotterranea dal Castello : esso infatti coincide con una via sotterranea murata a volta che si apre a valle del Castello, dalla parte orientale. Molto interessante è il camminamento esistente su tutto il perimetro delle alte mura ; da qui si domina la valle su tre lati della Villa.
Fu la famiglia Pucci, una delle più nobili e ricordate famiglie della Toscana, a riunire molti poderi in questa località e a decidere la costruzione di una grandiosa villa di campagna con torri, mura e fossi per maggior difesa: era l'anno 1424.
Già quando non era stata ancora finita di costruire, la villa di Oliveto si trovò a dover fronteggiare l'assalto di molte compagnie di bandistiche scorazzavano per tutta la Valdelsa.
Fu addirittura più volte occupata e poi restituita alla famiglia Pucci durante la guerra fra Senesi e Fiorentini ( fino al 1480 ).
Ed anche durante il periodo dell'alta sanguinosa guerra, quella fra i sostenitori della famiglia Medici ( fra i quali erano proprio i Pucci ) e la Repubblica Fiorentina, il Castello fu luogo di cruente battaglie.
Una nota storica interessante di questo periodo è che durante una battaglia sanguinosa furono uccisi tutti gli adulti della famiglia Pucci e la famiglia rischiò di essere distrutta sennonché una serva negra prese sottobraccio un bambino e fuggì dal passaggio sotterraneo e salvò in questo modo la discendenza della nobile famiglia.
Da questo fatto eroico fu reso omaggio all'eroina dell'impresa raffigurandola in tutti gli stemmi del Casato.
Il Castello è ricco non solo di battaglie, ma anche di famosi ed eccellenti ospiti che hanno apprezzato il meraviglioso paesaggio e l'offerta dei prodotti tipici di queste colline: l'olio e il vino. Nel salone del Castello è ancora visibile un'epigrafe che ricorda il soggiorno del Papa Paolo III Farnese nel 1541.
Altri personaggi importanti che hanno soggiornato al Castello sono: Lorenzo il Magnifico, i Papi Leone X Medici e Clemente VII Medici. Intorno al 1850 si aveva il passaggio di proprietà dalla famiglia Pucci a quella Guicciardini, altrettanto nobile e famosa famiglia fiorentina, per matrimonio fra Paolina Pucci e il Conte Luigi Guicciardini. Nel 1828 il Castello riceveva la visita del Granduca di Toscana Ferdinando III con la figlia, l'Arciduchessa Maria Luisa.
Altri personaggi famosi ospiti al Castello nel corso della storia più recente son il Re Vittori Emanuele III nel 1928 e il Generale Clark, che aveva requisito il salone del Castello nel 1944 durante il passaggio del fronte e vi aveva installato il suo quartier generale .
Oggi il Castello è al centro di un efficiente e moderna azienda agricola che ha rilanciato, fra le altre cose, la caratteristica ospitalità del Castello, meta di vacanze agrituristiche, e della tipica produzione dei vini e dell'olio.

 

Indirizzo: Via di Monte Olivo, 6

Facilities

Sposati in questo castello